Invecchiamento e lavoro: non esiste solo l’età anagrafica.

età lavoro e salute

Condividi questo post!

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

L’invecchiamento colpisce tutte le capacità, funzionali e fisiologiche, che gradualmente diminuiscono e i cambiamenti cominciano a farsi sentire già tra i 35-40 anni. Si tratta di un processo lento e non lineare che deriva dal groviglio di fattori personali come la genetica e gli stili di vita, le situazioni di lavoro e ambientali che possono accelerare o rallentare il tuo processo di invecchiamento.

Puoi avere diverse età sai? Ora vediamo quali sono e se ti va assegna un valore numerico corrispondente all’età che hai o ti senti di avere: sei pronto?

Partiamo con la tua età cronologica: indica gli anni che son passati dalla tua nascita… e questa è decisamente facile da dire.
Poi c’è l’età biologica che indica lo stato generale del tuo corpo, cioè come stanno cuore, polmoni, sistema circolatorio, in relazione al tuo invecchiamento e ad eventuali malattie. A differenza dell’età anagrafica, puoi invertire la marcia di questa tipologia di età: un regolare esercizio fisico, uno stile alimentare equilibrato, il giusto sonno possono riportare nella norma alcuni indicatori che tendono a peggiorare con il tempo che passa, come la pressione sanguigna, il grasso corporeo, il livello degli zuccheri nel sangue, la massa muscolare, la tua freschezza mentale. Il tuo corpo invecchia più o meno velocemente a seconda di come viene trattato. Ah dimenticavo che età biologica ti senti di avere?
Poi c’è l’età psicologica, che indica la tua capacità di adattarti all’ambiente per vivere meglio, il tuo livello di energia mentale e relazionale… come sei messo ad età psicologica?
E per finire c’è l’età funzionale che determina la tua capacità di fornire lavoro fisico, intellettuale o sociale… dai, ultimo sforzo, dà un valore alla tua età funzionale.

Cosa è emerso da questo esercizio?

Ci sono età stonate? hai scoperto di avere un’età anagrafica più giovane di quella biologica? Oppure che quella psicologica sta invecchiando rapidamente mentre hai un potenziale biologico straordinario?
Oppure che la tua età funzionale è decisamente quella di un adolescente a confronto di quella anagrafica?
Ci sono delle età e dunque aspetti della tua salute, a cui potresti dedicare maggior tempo, cura e attenzione?

Ricorda che solo l’età anagrafica non dipende da te, le altre si nutrono del tempo che dedichi loro e delle scelte che fai ogni giorno per la tua salute complessiva.

Sei interessato al sistema PARC?
Contattaci, un nostro specialista ti offrirà un servizio di consulenza gratuito.

Altri Articoli

età lavoro e salute

Invecchiamento e lavoro: non esiste solo l’età anagrafica.

L’invecchiamento colpisce tutte le capacità, funzionali e fisiologiche, che gradualmente diminuiscono e i cambiamenti cominciano a farsi sentire già tra i 35-40 anni. Si tratta di un processo lento e non lineare che deriva dal groviglio di fattori personali come