Motivazione: come aumentarla grazie alla ginnastica sul posto di lavoro.

ginnastica-al-lavoro-e-motivazione

Storie vere di prevenzione in cantiere

La motivazione sul luogo di lavoro può aumentare grazie ad un coinvolgimento attivo di tutti i dipendenti in esercizi ed attività fisica. 
Andare a lavorare in bicicletta, interrompere per qualche minuto il lavoro per svolgere esercizi di ginnastica, fare walking una volta la settimana: promuovere il movimento fisico è diventato un importante fattore di successo in molte aziende.
Infatti, fare attività fisica è una premessa indispensabile per migliorare la salute e il benessere dei collaboratori, per aumentarne l’efficienza e ridurre le assenze dal lavoro agendo su molteplici fattori destinati ad incrementare notevolmente la motivazione di tutto lo staff coinvolto.
Gli adattamenti ergonomici presenti in diversi luoghi di lavoro rappresentano senza dubbio una misura centrale per migliorare la salute e la produttività dei collaboratori.

Esercizi energetici sul lavoro alla Locher AG

Ogni giorno dopo la pausa pranzo, il capomastro Hans Peter Züger chiama a raccolta gli operai.
Per quanto possano apparire eccentrici, gli esercizi che svolgono insieme hanno un’efficacia indubbia. Tra l’altro contemplano una particolare tecnica di respirazione, di rilassamento e di automassaggio oltre ad esercizi in coppia.
«Sono convinto che questi esercizi energetici e fisici servano a migliorare la salute e la vitalità» afferma Züger.

Tutto nasce dal mal di schiena del capocantiere

Promuovere la salute sul cantiere è una questione che al capocantiere sta molto a cuore perché per undici anni ha sofferto di mal di schiena. Gli specialisti a cui si era rivolto non sono riusciti a dargli il sollievo sperato. Züger capì che le cause del suo mal di schiena erano sia l’attività lavorativa di per sé che lo stress e si iscrisse così ad un corso basato su esercizi utili al corpo ma anche alla mente.
Terminato il corso e visti i risultati su di sé, ha proposto ai suoi collaboratori di fare alcuni esercizi insieme sul cantiere.
Quando, seduti nella baracca del cantiere, gliene ho parlato – racconta il capocantiere – hanno voluto che gli mostrassi subito qualche esercizio manifestando una curiosità che mi ha stupito».
Da quel mattino del maggio 2000 gli esercizi sono diventati parte quotidiana del lavoro.
Anche se ciascuno è libero di partecipare o no al «programma energetico» della durata di una quindicina di minuti, difficilmente qualcuno salta l’appuntamento quotidiano con gli esercizi di riscaldamento, rilassamento ed energetici. In un mondo «virile» per antonomasia quali sono i cantieri edili, dove la prevenzione della salute non è certo un tema molto diffuso, Züger è riuscito a fare breccia negli schemi mentali, ottenendo notevole impatto anche sulla motivazione dei dipendenti.

Pause dinamiche alla Mettler Toledo di Nänikon

«Vogliamo far ginnastica!» protestano alcuni dipendenti della ditta Mettler Toledo se l’istruttore non si presenta puntuale.
Ogni giorno nel reparto di produzione della Global Electronics di Nänikon si interrompe il lavoro per svolgere dieci minuti di esercizi fisici. Durante questa breve pausa dinamica i dipendenti si concentrano su determinati movimenti fisici che non svolgono mai durante il lavoro.
La partecipazione alle pause dinamiche è facoltativa e non va a scapito delle regolamentari pause di lavoro. Gli esercizi vengono preparati e diretti da cosiddetti «moltiplicatori», ossia dipendenti che hanno seguito un apposito corso di formazione per essere poi in grado di dirigere le pause dinamiche, introdotte nel 2004.
I «moltiplicatori» fungono inoltre da referenti per le questioni ergonomiche e hanno il compito di istruire i nuovi dipendenti e fare in modo che sul loro posto di lavoro siano soddisfatti i criteri ergonomici.
Il progetto «Muoviti» è nato da una analisi dei posti di lavoro da cui era risultata l’impossibilità di eliminare dal ciclo lavorativo le attività ripetitive responsabili dei disturbi di salute dei dipendenti. Per rimediare a questi problemi si è pensato di introdurre le pause dinamiche e dare concretezza al motto «Muoviti».

Maggiore motivazione

Dal 2004 le pause dinamiche sono un appuntamento fisso nel lavoro dei dipendenti dei tre reparti di produzione della Mettler Toledo Global Electronics a Nänikon.
«Muoviti» ha inciso in modo molto positivo sulla motivazione e sulle assenze dal lavoro dei dipendenti. L’impegno dei moltiplicatori a proporre esercizi di ginnastica sempre diversi e coinvolgenti è uno dei motivi essenziali del successo riscosso da «Muoviti!».

Esercizi di riscaldamento alla Losinger Construction SA

Quando lo fanno i campioni dello sport, nessuno si meraviglia. Invece, se lo fanno degli operai su un cantiere, suscita curiosità. Stiamo parlando degli esercizi di riscaldamento prima di iniziare a lavorare. Eppure, lo sforzo fisico che quotidianamente compie un operaio edile è del tutto paragonabile a quello di un atleta professionista. Perché allora non prendere esempio dai campioni dello sport e svolgere esercizi di riscaldamento specifici per prevenire gli infortuni sul lavoro?
È questa la conclusione a cui è arrivata l’impresa edile Losinger Construction SA che ha convinto i propri dipendenti a svolgere degli esercizi ginnici prima di iniziare a lavorare.

Il caposquadra mostra come si fa

Ogni giorno sui cantieri della Losinger i caposquadra invitano i colleghi a svolgere un programma di ginnastica che dura una decina di minuti. Oltre 200 operai edili fanno riscaldamento ogni mattino. Dopo aver sviluppato dieci esercizi specifici di mobilitazione e rafforzamento, i fisioterapisti della Clinica di riabilitazione della Suva hanno istruito 40 caposquadra dell’impresa perché a loro volta insegnassero ai colleghi di lavoro come svolgerli.
Quello che oggi è ormai considerata una cosa del tutto normale e svolta con allegria ogni mattina, è stata in realtà introdotta soltanto nella primavera del 2009.
All’inizio gli operai hanno reagito con scetticissimo ai due obiettivi che la Losinger si era posta: prevenire a breve termine gli infortuni che si verificavano con frequenza maggiore nelle prime ore della giornata lavorativa e, sul lungo termine, ridurre del 25 per cento i costi e le assenze dovuti a disturbi e lesioni dell’apparato muscolo-scheletrico. Problemi sempre più frequenti, infatti, tra gli operai edili più anziani.

Riscaldamento = più sicurezza

«Fare esercizi di riscaldamento serve a mettere in moto corpo e spirito» afferma Patrick Frison, uno dei direttori dell’impresa. E non va dimenticata un’altra serie di effetti positivi della ginnastica mattutina: gli esercizi si svolgono in un clima di relax e familiarità che non solo diverte i dipendenti ma che si ripercuote positivamente anche sullo spirito di squadra. Infine, il progetto è servito anche a sensibilizzare i dipendenti a prestare maggiore attenzione alla sicurezza e alla salute nel tempo libero.
È proprio in questa stessa ottica di prevenzione delle malattie professionali, ma soprattutto di quei disturbi fisici che accompagnano le giornate lavorative rendendole più faticose da sopportare, con cui ParcAGILE è stato concepito.
ParcAGILE è un aiuto concreto sempre a porta di mano e un supporto affidabile per eseguire esercizi di allungamento muscolare e di mobilità articolare in autonomia e in qualunque momento della giornata lavorativa.

Con ParcAGILE fare pause dinamiche è facile, scopri come https://www.parcfor.com/smart-worker/

Articolo ispirato da “Diamoci una mossa! Promuovere la salute in azienda – un impegno vincente” Suvapro

Disturbi muscolo scheletrici in Azienda? La soluzione è PARCfor

Il 51% dei lavoratori in Italia (fonte: INAIL) soffre di disturbi alla schiena, il 46,7% lamenta dolori muscolari agli arti superiori. I disturbi muscolo scheletrici (DMS) sono causa del 50% delle assenze dal lavoro e per il 60% delle inabilità permanenti.

I DMS rappresentano, in Italia, il problema di salute più comunemente segnalato dai lavoratori.

Che fare?

PARCfor affianca le aziende fornendo un servizio di consulenza completo:

•             Valutazione dei rischi: MMC (movimentazione manuale carichi), MRAS (movimenti ripetuti agli arti superiori, traino e spinta, valutazione posturale;

•             Formazione del personale sul rischio specifico da MMC e MRAS

•             Riprogettazione ergonomica delle postazioni di lavoro

•             Installazione dei dispositivi di movimento PARC

I dispositivi PARC 410 e 510 si rivolgono alle aziende che:

•             hanno l’obbligo di fare la valutazione del rischio biomeccanico e di adottare misure di tutela per i lavoratori

•             svolgono attività che prevedono, tra le altre, movimentazione manuale carichi e/o movimenti ripetuti

•             vogliono agire un miglior controllo dello stato di salute del lavoratore in particolare di quello che invecchia

Le attività lavorative che espongono i lavoratori al rischio biomeccanico sono caratterizzate da fattori di rischio e cause fisiche specifiche:

•             Movimenti ripetitivi o che richiedono uno sforzo

•             Movimentazione manuale di carichi, specialmente quando si ruota o si piega la schiena

•             Vibrazioni, scarsa illuminazione o lavoro in ambienti freddi

•             L’assunzione di posture scorrette o statiche

•             Il mantenimento prolungato della stessa posizione in piedi o seduta

•             Ritmi intensi di lavoro

Alcune tra le principali attività lavorative a cui si rivolge PARCfor:

  • Lavorazioni a ritmi prefissati e/o con obiettivi di produzione
  • Montaggio, assemblaggio, microassemblaggio su linea;
  • Preparazioni manuali, confezionamento, imballaggi, ecc. su linea;
  • Levigatura e/o sbavatura e/o rifinitura ecc. manuale e/o con strumenti vibranti nella lavorazione del legno, plastica, ceramica, ecc.;
  • Approvvigionamento e/o scarico linea o macchina (torni, frese, presse, macchine da stampa, macchine tessili, filatoi, ecc.) per il trattamento superficiale di manufatti (in metallo, legno, resine, plastica, stoffa, ecc.)
  • Operazioni di cernita, selezione con uso degli arti superiori (ad es. nell’industria ceramica, del bottone, alimentare ecc.);
  • Lavorazione delle carni: macellazione, taglio e confezionamento;
  • Altre lavorazioni a ritmi non vincolati ma eseguiti con continuità e/o a ritmi elevati;

In cosa consistono i dispositivi PARC 410 e PARC 510?

PARC 410 è composto da aste in metallo, facili da fissare a muro o su altre strutture, a cui vengono agganciati gli attrezzi specifici e corrispondenti al segmento muscolo scheletrico maggiormente a rischio di sovraccarico dalla lavorazione svolta.

Ideale per essere collocate a fianco, o comunque vicine, a postazioni di lavoro particolarmente faticose, oppure al termine di un’isola di lavoro in modo tale che, anche i movimenti PARC, finalizzati alla prevenzione e allo scarico della fatica muscolare, possano rientrare nel ciclo lavorativo.

PARC 510 è composto da telaio mobile su cui sono collocati specifici attrezzi ergonomici che consentono a più lavoratori insieme di eseguire movimenti fisioterapici per il benessere muscolo articolare delle parti del corpo maggiormente sollecitate.

Ideale per essere collocato vicino alle aree break/ristoro, nelle aree briefing o fruibile da reparti diversi in virtù della sua estrema facilità di spostamento.

Perché PARCfor conviene alle aziende?

Oggi vogliamo approfondire la tematica della convenienza economica per le aziende nell’adottare i dispositivi di prevenzione muscolo scheletrica, tralasciando solo per un momento gli importanti benefici apportati alla salute delle persone che lavorano.

Sì, perché PARCfor alle aziende conviene.

Vediamo, prima di tutto, i vantaggi diretti.

E’ possibile, in primis, godere di detrazione fiscale, per i costi di acquisto dei dispositivi PARC, negli anni di ammortamento.

E’ possibile ottenere lo sconto INAIL per le aziende che esibiscono l’OT 23/24 (da 30 a 40 punti).

I dispositivi PARC per il benessere muscolare rientrano tra le azioni di welfare aziendale e tra le buone pratiche WHP: il concetto di Promozione della Salute nei contesti occupazionali (workplace health promotion o WHP) presuppone che un’azienda non solo attui tutte le misure per prevenire gli infortuni e le malattie professionali ma si impegni anche ad offrire ai propri lavoratori opportunità per migliorare la propria salute, riducendo i fattori di rischio generali e in particolare quelli maggiormente implicati nella genesi delle malattie croniche.

Grazie a PARCfor è possibile adempiere all’obbligo di legge specifico relativo alle misure di prevenzione per i DMS (D.Lgs 81/08, Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro), con possibile verifica di efficacia dell’azione di miglioramento nel tempo.

Non solo, PARCfor offre ai suoi clienti la possibilità di godere dei vantaggi dei dispositivi PARC scegliendo la soluzione a noleggio e la conseguente deduzione del canone.  

I dispositivi PARC sono in linea con la Campagna sulla Sicurezza 2020/22 promossa dall’ EU-OSHA, l’Agenzia Europea per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro, campagna che mette al centro buone pratiche a livello europeo per la lotta ai disturbi muscolo scheletrici.

La campagna dal titolo “Ambienti di lavoro sani e sicuri che alleggeriscono il carico” ha come obiettivo quello di sensibilizzare i decisori del mondo del lavoro sui disturbi muscolo scheletrici (DMS) legati al lavoro e di promuovere la gestione e la prevenzione di questo problema molto diffuso ed estremamente delicato.

Non meno importanti sono i vantaggi indiretti derivanti dall’adozione delle soluzioni innovative di PARCfor.

In primis, l’abbattimento dei costi relativi alla gestione di malattie muscoloscheletriche e la diminuzione delle ore di lavoro perse. Ricordiamo che i DMS sono la principale causa di assenteismo dal lavoro a livello internazionale.

Da segnalare anche il vantaggio derivante dal miglioramento della capacità lavorativa, della produttività e degli standard di qualità.

E infine, l’aumento del livello di soddisfazione e di motivazione dei lavoratori

PARCfor è davvero un complesso di soluzioni win-win. Per approfondire, clicca qui.

Start Up info

Da oggi su startup.info

PARCfor è una start up che sviluppa sistemi innovativi per la prevenzione e la promozione della salute muscolo scheletrica.I dispositivi PARC offrono in un modo semplice, autonomo e quotidiano soluzioni efficaci per i disturbi muscoloscheletrici lavoro correlati e per il recupero e/o il mantenimento delle abilità motorie e delle autonomie di movimento di soggetti soprattutto anziani.

PARC 360 è a tutti gli effetti una piccola palestra mobile di reparto che ha l’obiettivo di mantenere le abilità motorie e le autonomie di movimento dei soggetti soprattutto anziani, favorendo cosi la conservazione, il più a lungo possibile, della loro indipendenza.

PARC 410 è un sistema per il benessere muscolare installato alle parete degli uffici, unico ed innovativo nel suo genere, che offre in un modo semplice, autonomo e quotidiano brevi sessioni di salute muscolare per i videoterminalisti. 

PARC 510 è la più piccola e completa palestra mobile per i disturbi muscolo scheletrici lavoro correlati. È la versione che più si adatta alle esigenze delle aziende produttive (manifatture, tessile, carpenteria pesante). Data la sua estrema facilità di spostamento si presta ad essere collocato vicino alle aree break/ristoro, nelle aree briefing o nei diversi reparti produttivi. 

Emergenza salute al lavoro in Europa.

salute sul lavoro

La necessità di migliorare la salute sul lavoro in Europa è una priorità .

Il Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute (DoRS – Regione Piemonte) pubblica un interessante articolo sui costi degli infortuni e delle malattie professionali in Europa. Nel 2016, in Europa quasi 2,4 milioni di infortuni hanno causato un’assenza dal lavoro di almeno 4 giorni e 3182 persone sono decedute per infortunio. Inoltre il 7,9% della forza lavoro soffre di problemi di salute legati al lavoro, determinando nel 36% dei casi un’assenza dal lavoro superiore a 4 giorni. Avere un quadro chiaro dei costi degli infortuni e delle malattie professionali è fondamentale per i responsabili politici, i datori di lavoro, i lavoratori, i ricercatori e altre figure che si occupano di salute e sicurezza sul lavoro. Tali stime possono aiutare a stabilire le priorità nell’assegnazione delle risorse da dedicare alla prevenzione. Prevenzione che oggi, grazie ai sistemi PARC 510 e PARC 410 Trova un’arma in più.

Ne abbiamo parlato anche in questo articolo ricordando il focus della campagna EU-OSHA 2020-22 sulle malattie muscolo scheletriche da lavoro derivate.

Leggi l’articolo: Il costo degli infortuni e delle malattie professionali

La palestra da lavoro che piace – Bergamo post

Debora Russi illustra l’esercizio per l’anca

L’inventrice mozzese Debora Russi taglia nuovi traguardi dopo la creazione di PARC, un sistema di palestra mobile per le aziende e ora anche per gli uffici“Il 2019 è stato un anno ricco di soddisfazioni. Abbiamo perfezionato il prototipo del 2018 dedicato ai reparti produttivi delle aziende, e abbiamo introdotto nuovi sistemi adatti agli uffici e al settore sanitario. ….

Leggi tutto l’articolo di BergamoPost disponibile su edizione cartacea del 4 ottobre 2019.

Il coraggio di rischiare – Tavola rotonda

locandina

Il coraggio di rischiare – storie di imprenditori che hanno scommesso su una intuizione.

Il 30 ottobre alla tavola rotonda PARCfor racconterà la sua storia, dalla intuizione alla produzione. Come questo percorso cambia la vita e come le parole coraggio e rischio lo guidano.

Organizzata da Camera di Commercio di Bergamo, Bergamo Sviluppo e dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile. Si svolgerà dalle ore 15.00 presso il POINT di Dalmine. La partecipazione è gratuita previa iscrizione.

PARC: Prevenire i disturbi muscoloscheletrici sul posto di lavoro – articolo su PUNTOSICURO

I disturbi muscoloscheletrici sono tra le più diffuse patologie correlate alle attività lavorative e rappresentano oltre il 60% delle malattie professionali.

Inizia così l’interessante articolo pubblicato il 3 ottobre su www.puntosicuro.it, prestigioso sito di riferimento per gli esperti di sicurezza su lavoro, ambiente, security.

Leggi l’articolo completo cliccando qui

Esercizi per il tuo benessere in azienda e ufficio

Presentata al Safety Expo 2019 la palestra per aziende e uffici

Nel video mostriamo come può essere utilizzata per Prevenire, Attenuare, Riabilitare o Curare malattie muscolari derivate da movimentazione manuale carichi o posture incongrue al lavoro.

La versione fissa o mobile è personalizzabile anche nei colori e nei pannelli. Chiamaci per una preventivo gratuito.