PARC: Prevenire i disturbi muscoloscheletrici sul posto di lavoro – articolo su PUNTOSICURO

I disturbi muscoloscheletrici sono tra le più diffuse patologie correlate alle attività lavorative e rappresentano oltre il 60% delle malattie professionali.

Inizia così l’interessante articolo pubblicato il 3 ottobre su www.puntosicuro.it, prestigioso sito di riferimento per gli esperti di sicurezza su lavoro, ambiente, security.

Leggi l’articolo completo cliccando qui

1 ottobre 2019 – Giornata mondiale dell’anziano

Nei prossimi 25 anni la popolazione mondiale con più di 65 anni crescerà più velocemente di qualsiasi altra fascia di età. Siamo pronti?

Nel 2050 il nostro sarà un mondo davvero vecchio. Si stima che gli anziani rappresenteranno il 21% della popolazione totale e saranno più numerosi dei giovani sotto i 15 anni. Il numero di persone in grado di provvedere al mantenimento di un anziano sarà meno della metà.

La famiglia del futuro conterà un maggior numero di vecchi che dovranno farsi assistere da anziani, anch’essi esposti a un maggior rischio di malattia e invalidità, persone che inevitabilmente si appoggeranno sui rispettivi nipoti e figli.

Mantenere in buone condizioni di salute una fascia di età fragile, soggetta a patologie croniche, degenerative, invalidanti è un compito prioritario.

L’esercizio fisico rappresenta una componente determinante per il mantenimento dello stato fisico e per il benessere generale delle persone anziane.Le autonomie dell’anziano sono tante e ognuna è preziosa, se le gambe fanno fatica a camminare, le braccia e le mani devono poter continuare ad abbracciare, prendere una tazzina di caffè, mangiare con la propria forchetta, lavarsi e pettinarsi. Se invece son le braccia che fanno più fatica, le gambe, i piedi, le ginocchia possono muoversi, garantire gli spostamenti, incontrare persone, godere di una breve passeggiata all’aria aperta. Mancavano sinora però soluzioni efficaci, in grado di salvaguardare, il più a lungo possibile, le autonomie motorie e cognitive della popolazione che invecchia. Il PARC, con le sue quattro postazioni di movimento semplici e regolabili, e la sua facilità di spostamento da un luogo ad un altro, promuove le diverse autonomie dell’anziano.

Le quattro postazioni del PARC sono infatti in grado di attivare:

  • esercizi fisici di allungamento e mobilità articolare per vestirsi, lavarsi e ballare;
  • esercizi di potenziamento della forza per alzarsi dal letto o dalla sedia;
  • allenamento delle mani, dita e polsi per tenere in mano una forchetta, abbottonare una camicia, aprire barattoli;
  • esercizi di elevazione delle braccia per poter prendere materiali dai pensili;
  • esercizi per migliorare la capacità di superare gradini e agevolare la salita/discesa dalle scale;
  • mobilizzazione delle spalle e stretching della parte superiore del tronco;
  • coordinamento ed equilibrio;
  • movimenti per le gambe che ne rafforzano i muscoli, dai piedi alla zona pelvica;
  • movimenti alternati destra – sinistra che migliorano la coordinazione.
Il PARC per il settore sanitario-assistenziale è pronto!

Esercizi per il tuo benessere in azienda e ufficio

Presentata al Safety Expo 2019 la palestra per aziende e uffici

Nel video mostriamo come può essere utilizzata per Prevenire, Attenuare, Riabilitare o Curare malattie muscolari derivate da movimentazione manuale carichi o posture incongrue al lavoro.

La versione fissa o mobile è personalizzabile anche nei colori e nei pannelli. Chiamaci per una preventivo gratuito.

Campagna EU-OSHA 2020-2022

La campagna 2020–22 è dedicata alla prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici (DMS) lavoro-correlati.

In Europa i disturbi muscolo-scheletrici (DMS) continuano a essere il problema di salute lavoro-correlato più ricorrente.
Gli effetti negativi connessi alla postura, a movimenti ripetitivi o a posizioni troppo faticose o dolorose nonché la movimentazione o il sollevamento di pesi eccessivi sono tutti fattori di rischio molto comuni che possono essere causa di DMS. Considerando la diffusione dei DMS lavoro-correlati, è chiaro che deve essere fatto di più per sensibilizzare alla relativa prevenzione.
La lotta ai disturbi muscolo scheletrici, attraverso un piano di azioni mirato e partecipato, non solo contribuisce a migliorare la vita dei lavoratori, ma è anche una scelta molto sensata per le imprese.

Le azioni di prevenzione dovrebbero includere modifiche riguardanti:

  • gli spazi di lavoro, adeguandoli al fine di migliorare le posture lavorative
  • le attrezzature, assicurando che siano ergonomiche e adatte ai compiti da svolgere
  • i lavoratori, migliorando la loro consapevolezza dei rischi e impartendo una formazione su buoni metodi di lavoro
  • ed infine la gestione, pianificando il lavoro in modo da evitare mansioni ripetitive o prolungate con posture scorrette, programmando pause, la rotazione delle funzioni o la riassegnazione del lavoro.

Non esiste in realtà una soluzione unica e risolutiva e l’attuazione di alcuni interventi possono risultare molto impegnativi economicamente per il datore di lavoro.

Tuttavia, alcune soluzioni possono semplici e poco costose.

Una di queste è il PARC, una soluzione di prevenzione e di promozione della salutemuscoloscheletrica vantaggiosa, concreta e continuativa a disposizione dei lavoratori.

Campagna EU-OSHA 2020-2022
https://osha.europa.eu/it/healthy-workplaces-campaigns/future-campaigns

Safety Expo 2019 18/19 Settembre 2019 Bergamo Fiera.

Sei un’azienda manifatturiera o un ufficio con attività lavorative che possono determinare l’insorgenza di disturbi muscolo-scheletrici nei lavoratori?

PARCfor è una start-up che sviluppa dispositivi, mobili e fissi, per la prevenzione, il mantenimento e il recupero della salute muscolo-scheletrica di tutta la popolazione lavorativa giovane e matura.

Le versioni PARC per azienda e per uffici sono realizzate su misura di ambiente di lavoro con lo scopo di prevenire, attenuare e curare i più frequenti disturbi muscolo-scheletrici lavoro-correlati (dolori alla schiena, problemi alle spalle, epicondiliti, tunnel carpale).

Queste versioni sono progettate per adattarsi ad ogni esigenza, i dispositivi possono essere installati a fine linea di produzione o appesi alle pareti degli uffici, o ancora collocati nelle aree ristoro, oppure possono diventare mobili ed essere cosi utilizzati in una stessa giornata da personale operante in reparti distanti e diversi.

Per info: info@parcfor.com # # # #

Il Fisioterapista di quartiere: una risorsa di movimento per anziani e non.

8 Settembre Giornata mondiale della Fisioterapia.

L’Italia è il secondo paese più vecchio nel mondo dopo il Giappone e nel 2020, cioè dopodomani, gli over 65 rappresenteranno il 30% della popolazione.
E nonostante questi dati siano alla portata di tutti, soprattutto di chi ha il compito di rendere le città luoghi e spazi di benessere collettivo, ancora troppo poco si fa per promuovere e sostenere un approccio attivo all’invecchiamento:
L’esercizio fisico rappresenta una componente determinante per il mantenimento dello stato fisico e per il benessere dell’età anziana e sappiamo anche quanto giovi allo spirito fare del buon movimento in compagnia di qualcuno.

Abbiamo avuto il poliziotto di quartiere, stiamo sperimentando l’operatore di quartiere, probabilmente c’è anche la suora o il prete di quartiere, arriverà lo spazzino di quartiere e non pensiamo a quanto utile sarebbe avere il fisioterapista di quartiere?

Cosa potrebbe fare un fisioterapista di quartiere?

  • progettare negli spazi verdi comuni dei veri e propri circuiti “age friendly”;
  • individuare dei percorsi a piedi sicuri da fare in gruppo;
  • sensibilizzare, con brevi incontri teorici, la popolazione anziana sull’importanza dell’attività fisica;
  • promuovere le iniziative di movimento per tutta la comunità;
  • attivare network di volontari per coinvolgere anche la popolazione meno autonoma in attività di movimento.

C’è molto da fare per arrivare lì…ma ne vale la pena.

PARCfor sostiene la campagna LeManiGiuste e augura al nuovo governo e al neo ministro Roberto Speranza buon lavoro.