Risveglia il corpo, il cervello ringrazia!

Ti aspetta una giornata chino e curvo sullo smartphone e sul pc? Approfitta dell’energia del risveglio per muoverti e la giornata inizierà con una sferzata di buonumore e di vitalità che durerà fino a sera. Fare movimento appena svegli apporta tantissimi benefici, la giornata riceve un surplus di energia muscolare e mentale notevole, con risultati apprezzabili sulla qualità della vita e sul raggiungimento dei propri obiettivi.
Inizia la giornata in compagnia di una breve sequenza di esercizi che coinvolgano tutto il corpo, dal collo alle punte dei piedi, cosi facendo avrai tolto la ruggine della notte alle tue articolazioni e potrai attivare i muscoli utili al mantenimento della corretta postura.

Il programma di risveglio dura circa 10-15 minuti, procedi senza fretta, dando ai muscoli il tempo di attivarsi.

Ti serve solo un tappetino per gli esercizi a terra, ma va benissimo anche il tappeto di casa, l’importate è che tu sia comodo.

Partiamo dalla posizione eretta e cominciamo a riscaldare prima il collo, per poi scendere via via fino ai piedi. Poi a 4 zampe ed infine Torniamo in piedi per l’ultimo esercizio di riscaldamento delle mani…saranno cosi pronte per tamburellare sulla tastiera.

In piedi, posizione eretta, piedi divaricati un palmo, punte dei piedi parallele.

Partiamo dal collo, troppo spesso affaticato e irrigidito a causa di posizioni scorrette che assumiamo durante il giorno, a volte anche la notte.

Questi esercizi ti sono utili per prevenire i disturbi alla cervicale e mantenere una buona elasticità dei muscoli del collo.

Spalle alle orecchie:  solleva le spalle verso le orecchie fino ad avvertire una leggera tensione nel collo e nelle spalle. Mantieni questa tensione di allungamento per 3 secondi, quindi rilascia e ritorna alla posizione di partenza. Esegui 10 ripetizioni.

Inclina con brio: con la mano destra prendi, inarcando il braccio sul capo, la parte sinistra del viso e fai una lieve pressione per inclinare il capo verso la spalla; lo stesso movimento va fatto poi con la mano sinistra, prendendo la parte destra del viso. Fai attenzione a mantenere diritta la schiena. Le posizioni devono essere mantenute 3 secondi e i movimenti indicati vanno ripetuti 10 volte per lato.

Mento al petto: Inclina frontalmente il capo fino a cercare di toccare con il mento lo sterno. Puoi aumentare l’allungamento dei muscoli posteriori del collo, appoggiando le braccia sulla nuca, il loro peso farà il resto. Fai attenzione e non piegare la schiena in avanti. Mantieni la tensione per 3 secondi e torna. Esegui 10 ripetizioni.

E ora passiamo alle spalle: lavorare molto in posizione seduta davanti ad un pc porta a mantenere per diverse ore le spalle curve in avanti, a lungo andare può diventare un atteggiamento posturale costante del corpo andando ad influire sulla respirazione e sulla mobilità delle braccia. Ecco due esercizi che stimolano una buona apertura delle spalle.

Mani intrecciate: intreccia le dita delle mani dietro alla schiena, con i palmi rivolti verso il corpo. Mantenendo la schiena diritta, solleva le braccia aprendo le spalle e il petto più che puoi. Mantieni per 5 secondi e torna in posizione di partenza. Ripeti per 15 volte.

Abbracci: in questo esercizio ti chiedo di eseguire grandi abbracci, aprendo le braccia come a voler raccogliere più aria possibile per poi terminare il movimento attorno alle tue spalle. Esegui 15 abbracci progressivamente sempre più grandi.

Ora tocca alla schiena: i piegamenti in avanti della schiena hanno molti benefici. Creano un allungamento delle strutture posteriori del nostro corpo, dai talloni alla cima della testa e in particolare della schiena, tra una vertebra e l’altra.

La pinza: comincia a piegare in avanti prima il capo poi le spalle poi la schiena e poi il bacino, le mani scivolano lungo le gambe fin dove riescono ad arrivare. Se avverti molta tensione nella parte posteriore delle gambe puoi piegare leggermente le ginocchia. Mantieni la posizione per 3 respiri completi profondi. Torna in posizione iniziale avendo cura di piegare per prima cosa le ginocchia e poi raddrizzare lentamente il resto del corpo. Esegui 15 piegamenti.

E ora passiamo alle gambe

Questo esercizio è molto utile per rinforzare il quadricipite, i glutei e gli addominali, i muscoli che ti servono per camminare mantenendo senza fatica la schiena diritta.

Squat: piedi larghi quanto le spalle e le punte dei piedi leggermente ruotate verso l’esterno.

Allunga le braccia in avanti mentre pieghi le gambe e scendi con i glutei come se dovessi sfiorare una sedia dietro di te. Quando credi di aver raggiunto il punto più basso possibile, distendi le gambe e porta le braccia lungo i fianchi. Ripeti senza fermarti per almeno 10 volte.

Ed infine i piedi

L’esercizio punta tacco agisce come una pompa imprimendo una spinta alla circolazione degli arti inferiori e risvegliando la capacità di stare in equilibrio.

Ti consiglio di eseguire questo esercizio a piedi nudi e avere vicino qualcosa a cui tenerti nel caso l’equilibrio fosse incerto.

Comincia andando con entrambi i piedi in punta dei piedi, sforzati di alzare i talloni più che puoi, rimani qualche secondo e appoggia il tallone sollevando questa volta le punte dei piedi…non importa se fa qualche passetto per aggiustare l’equilibrio. E poi di nuovo in punta e poi talloni…esegui 20 ripetizioni tacco punta.

Mettiti a quattro zampe, l’esercizio che sto per presentarti da un enorme beneficio alla tua schiena scioglie le rigidità nella schiena, elasticizzando e rendendo flessibile la colonna vertebrale, il collo e le spalle.

Il Gatto: Portati a 4 zampe

Fai in modo che le ginocchia siano alla larghezza dei fianchi e le braccia diritte e perpendicolari alle spalle. La testa è in linea con la colonna. Le mani sono sulla stessa linea delle ginocchia, con le dita ben distribuite a terra. Verifica che il peso del corpo sia distribuito uniformemente sulle braccia e sulle ginocchia. Inspira e espirando abbassa la testa, portando il mento verso la gola e contemporaneamente solleva la schiena verso l’alto, formando come la una gobba di gatto. Contrai leggermente l’addome per fare in modo di alzare al massimo (senza forzare eccessivamente) la zona scapolare, cioè la parte alta della schiena. Inspira e lentamente allunga e distendi la colonna, abbassando la schiena più che puoi e contemporaneamente solleva la testa guardando verso l’alto. Questo è un ciclo, esegui fino 20 cicli.

Non potevano mancare gli addominali, cosi importanti per mantenere una corretta pressione intraddominale ed evitare scompensi del tratto lombare.

Il Plank: con questo esercizio si attivano i muscoli della schienaper aumentare la capacità di rimanere in posizione eretta con una postura diritta e stabile.

Come si esegue: Sdraiati rivolgendo l’addome verso terra. Piega i gomiti di 90° allineandoli perpendicolarmente alle spalle.  Il corpo deve formare una linea retta (dalla testa ai talloni). Devi appoggiarti solo sugli avambracci e sulle punte dei piedi. La testa ed il collo dovranno rimanere dritti, evita di allungarli in avanti o piegarli. I muscoli addominali ed i glutei dovranno rimanere sempre contratti finché l’esercizio non sarà terminato. Le gambe devono essere perfettamente dritte e leggermente distanti, non piegare le ginocchia.

Inizia tenendo la posizione per 10-15 secondi, riposa appoggiando le ginocchia a terra. Ripeti per 10 volte. Con il passare del tempo, aumenta il numero dei secondi per ogni esecuzione. 

E ora sei arrivato alla fine, il tuo risveglio muscolare è quasi completato. Fra poco userai le dita e i polsi per digitare sulla tastiera, cliccare con il mouse e tanto altro e allora ecco un ottimo esercizio di riscaldamento per le mani.

Sei in piedi, allunga le braccia davanti a te e apri e chiudi velocemente le mani per 30 secondi, poi apri le braccia a 90 gradi e continua per altri 30 sec ad aprire e chiudere le mani, da ultimo alzale sopra le testa e procedi per altri 30 secondi…stop! Ora non mi resta che augurarti buon lavoro!